bandiera italiana

Sicurezza per il proprio computer

verkita de Daniele BINAGHI, je vendredo 01/04/2011, en la rubriko Inform@diko

Alcune settimane fa, un attacco malevolo al server su cui si appoggiavano vari siti legati all'esperanto in Italia ha causato gravi problemi, tra cui l'interruzione di servizi come il KIREK e DISVASTIGO. Il rapido intervento degli esperantisti del gruppo Itekom, Francesco Maurelli in testa, ha per fortuna riportato in fretta la situazione alla quasi normalità; ma la situazione creatasi ha dimostrato, una volta di più, che i computer sono macchine che vanno per quanto possibile protette da aggressioni indesiderate.

Ecco quindi che questa volta parleremo di sicurezza per i personal computer, e dei programmi disponibili per implementarla, come sempre con un occhio di riguardo al mondo del software gratuito disponibile attualmente. Prima, però alcune considerazioni generali:

- i problemi maggiori possono venire da attacchi portati da programmi, quali virus ed altri malware, ovvero programmi disegnati appositamente per creare danno al computer o recuperare informazioni dal sistema, infiltrandosi nel computer senza che l'utente ne sia consapevole per mezzo di supporti removibili (cd, dvd, chiavette USB ecc.) o di collegamento internet; e da persone (come nel caso del problema citato all'inizio) che usano solitamente punti deboli dei programmi installati nei computer altrui per infiltrarvisi tramite internet e farci, letteralmente, i propri comodi (usare il computer come base di attacco ad altri computer, rubare dati, ecc.);

- problemi minori, ed a volte solo disturbo, sono causati da programmi detti spyware, che si occupano di ficcare il naso nel vostro comportamento in internet (possono essere responsabili, per esempio, di quelle finestrelle pubblicitarie che si aprono mentre si sta navigando in internet);

- i programmi per difendersi da tutto questo esistono, ma nessuno di essi è infallibile al 100%, e nessuno può da solo garantire la sicurezza del proprio computer da ogni possibile attacco; è quindi buona norma attenersi ad alcune regole che aumenteranno notevolmente la sicurezza:

1) non scaricare mai alcun file che si pensa possa essere o contenere malware; è molto importante che i file scaricati vengano controllati con un programma antivirus PRIMA di essere aperti per la prima volta (molti antivirus si incaricano di farlo in automatico, al termine dello scaricamento);

2) assicurarsi che tutti i programmi installati sul proprio computer siano sempre aggiornati, specialmente quelli antivirus: programmi non aggiornati sono più facilmente vulnerabili ai virus;

3) verificare, con dei programmi adeguati ed almeno una volta al giorno/settimana, che il proprio computer non sia affetto da minacce informatiche;

4) disabilitare la funzione di avvio automatico per tutti i tipi di supporti removibili: questo vale specialmente per i computer con Windows, dove spesso i virus arrivano per mezzo di chiavette USB utilizzate su differenti computer (di cui anche uno solo infetto);

5) controllare ogni supporto removibile con un antivirus, prima di utilizzarlo;

6) disabilitare la previsualizzazione della posta elettronica nei programmi che la offrono come opzione: quando infatti un programma come Outlook o Thunderbird mostra l'anteprima dei messaggi, prova allo stesso tempo ad attivare tutti gli allegati contenuti nel messaggio, compresi eventuali programmi pericolosi inseritivi.

Ciò premesso, vediamo cosa si può fare per i singoli sistemi operativi.


Windows

Il sistema operativo più diffuso al mondo ha sempre rappresentato il paradiso per i creatori di virus ed altri programmi maligni, grazie alle numerose falle che Microsoft cerca di tappare con continui aggiornamenti e "service pack" (puntualmente però creandone altre al rilascio di ogni nuova versione). Non stupisce quindi che l'offerta di programmi per la sua protezione sia anch'essa enorme, tanto da rendere a volte arduo l'orientarsi tra quanto è disponibile.

Antivirus: Avast! Free Antivirus, con continui aggiornamenti e varie opzioni di configurazione per selezionare le modalità di protezione; Avira AntiVir Personal Edition, dalle ottime prestazioni anche se non include controlli sulla posta in arrivo o sulle pagine web aperte; Microsoft Security Essentials, leggero e molto affidabile, anche se non particolarmente rapido nell'effettuare scansioni; AVG Anti-Virus Free Edition, un tempo eccellente ma ultimamente con qualche problemino, non esclusi una certa lentezza di scansione e le aumentate dimensioni; Panda Cloud Antivirus, basato sul concetto di "cloud computing" e caratterizzato da enorme rapidità di aggiornamento e capacità di intercettare le minacce, oltre ad una ridotta necessità di risorse del computer; ThreatFire AntiVirus Free Edition, molto buono e molto configurabile nelle sue ultime versioni.

Firewall: ZoneAlarm Free Firewall e Online Armor Firewall sono due prodotti molto facili da installare, e molto efficaci nel bloccare intrusioni o accesso non autorizzato di programmi ad internet; Ashampoo FireWall Free è un po' meno efficace, ma sicuramente ancora più facile da utilizzare anche per utenti inesperti; Outpost Firewall Free, anch'esso molto semplice per gli utenti meno esperti, ma non per questo meno efficace degli altri.

Un consiglio in più: un ottimo prodotto per rilevare e rimuovere i malware eventualmente rilevati sul proprio computer è Malwarebytes Anti-Malware, gratuito e molto efficace (funziona anche sui programmi in esecuzione).


Linux

Per almeno un paio di ragioni tecniche i computer che utilizzano Linux come sistema operativo sono meno soggetti ad attacchi di virus ed altri malware: da tempo, Linux incorpora un firewall che, semplicemente, blocca tutte le connessioni in entrata non richieste, rendendo praticamente invisibile all'attaccante il computer; inoltre, e contrariamente a quanto succede in Windows, normalmente l'accesso a Linux avviene con utenza di basso livello, e ciò impedisce a eventuale codice pericoloso di installarsi e fare danni automaticamente. Ciononostante, è comunque consigliato dotarsi di antivirus e, eventualmente, di implementare il firewall.

Antivirus: AVG Anti-Virus Free edition, il più scaricato da un sito professionale come CNET; Avira AntiVir Personal, con alcune funzioni di scansione particolarmente rapide; avast! antivirus Home Edition, con ottime protezioni anti spyware e rootkit; Panda Antivirus, particolarmente raccomandato per sistemi client-server; Clam AntiVirus, che è pure open-source e quindi ancora più rispondente all'ideologia Linux.

Firewall: iptables, preinstallato su molte se non tutte le distribuzioni recenti di Linux; Shorewall, simile ad iptables ma di più facile configurazione; PF, preinstallato su tutte le distribuzioni OpenBSD, FreeBSD e NetBSD.


Mac

La leggenda vuole che i Mac, o meglio, il sistema operativo Mac OS X, siano immuni da virus, worm, trojan o qualsiasi infezione in generale. La realtà però dice un'altra cosa, ossia che queste minacce sono meno diffuse solo perché i Mac sono meno diffusi rispetto ai sistemi Windows. Recentemente, anche Apple ha cominciato a consigliare l'utilizzo di alcuni programmi specifici per proteggersi dalle nuove minacce che arrivano via internet; specialmente, poi, se sullo stesso computer (o su altri computer nella stessa rete) sono installati sistemi operativi differenti.

Antivirus: Sophos Anti-Virus for Mac Home Edition, prodotto completo anche nella sua versione gratuita, semplice da installare e trasparente all'utente nella sua esecuzione in background; iAntiVirus, molto semplice da utilizzare e garantisce una buona protezione; Avast Antivirus Mac Edition, non molto performante durante la scansione e con poca possibilità di personalizzazione da parte di utenti esperti, ma facile da utilizzare e con un buon motore di scansione, aggiornato spesso come le definizioni dei virus; ClamXav, leggermente complesso da utilizzare e con alcune limitazioni nell'uso, è più consigliato come oggetto di analisi e test da parte di utenti esperti.

Firewall: NoobProof permette ad un utente esperto di accedere alle funzioni evolute del firewall di Os X, anche se l’utilizzo è tutt’altro che immediato e richiede una buona dose di esperienza; Little Snitch (che però è a pagamento) è un programma di alta qualità e dalla enorme semplicità d’uso.

Alla pagina http://www.freebyte.com/antivirus/ si trova un elenco esaustivo ed aggiornato di programmi antivirus, firewall ecc., gratuiti e non, inclusi quelli citati in questo articolo.


===== Glossario (da Wikipedia)=====


- MALWARE: qualsiasi programma creato con il solo scopo di causare danni più o meno gravi al computer su cui viene eseguito. Il termine deriva dalla contrazione delle parole inglesi malicious e software.

- SPYWARE: programma che raccoglie informazioni riguardanti l'attività online di un utente (siti visitati, acquisti eseguiti in rete etc) senza il suo consenso, trasmettendole tramite Internet ad un'organizzazione che le utilizzerà per trarne profitto, solitamente attraverso l'invio di pubblicità mirata.

- ANTIVIRUS: programma atto a rilevare ed eliminare virus informatici o altri programmi dannosi.

- FIREWALL: programma che controlla le comunicazioni in entrata e in uscita dal PC stesso, permettendo o vietando alcuni tipi di comunicazione in base a regole di sicurezza impostate dall'utente.


Aldonu vian komenton:

info
info
info
info
captcha

L'esperanto © Itala Esperanto-Federacio. Ĉiuj rajtoj rezervitaj.
FEI - via Villoresi, 38 - 20143 MILANO - Italio - telefono/telekopiilo: +39 02 58100857 - www.esperanto.it