ISTITUTO
ITALIANO di
ESPERANTO

L'Istituto Italiano di Esperanto (I.I.E.), fondato il 20 aprile 1912 con la denominazione di 'Cattedra Italiana di Esperanto', è legalmente costituito in Ente Culturale Autonomo che, senza scopo di lucro, cura e promuove lo studio e la diffusione della lingua internazionale Esperanto in Italia.

L'I.I.E. favorisce, disciplina e controlla, dal punto di vista didattico e linguistico, l'insegnamento e le applicazioni dell'Esperanto, nel rispetto del Fundamento e delle direttive della Akademio.

Oggi l'Istituto Italiano di Esperanto è presente in 32 province con 102 membri e collabora con altri Enti (art. 2 dello Statuto). Presidenza e Direzione generale sono a Torino; la Tesoreria è a Mantova. È una realtà modesta, ma vivace e laboriosa. Fidando sulla volontà e la competenza dei suoi membri, riesce ad operare ed a svolgere i compiti statutari. L'insegnamento dell'Esperanto in Italia continua ad essere una realtà assai vitale che, pur senza dare nell'occhio, svolge una sua funzione del tutto originale nel mondo moderno.

Attualmente i corsi di Esperanto in Italia sono di tre gradi; a seguito di essi l'I.I.E. indice sessioni di esami per il conseguimento di certificati e diplomi a tre livelli:

Nel decennio 2007-2016, 566 candidati hanno superato gli esami di 1° grado dell'Istituto, 103 quelli di 2° grado, 33 quelli di 3° grado; complessivamente: 702 promossi.